lezioni private

Lezioni private di yoga, hatha yoga, raja yoga, poweryoga, empower yoga, longevitYoga, yoga della risata, antigravity yoga, yoga per il viso fit and face, cinque tibetani, meditazione, tecniche di rilassamento, respirazione, reiki, rebirthing, campane tibetane, ginnastica tonificante, dimagrante (metodo brevettato D. C. T.), diathermical control therapy.
Le sessioni individuali durano un'ora ed è possibile effettuarle sia nella propria abitazione sia nella mia. 

prossimi seminari

1-2-3 settembre 2017 Seminario residenziale sul mare Per i...

01-09-2017

Rebirthing

Il rebirthing è una pratica di respirazione consapevole per sviluppare ed esprimere l’energia vitale ma è anche un metodo utile ad avviare un processo di espansione della coscienza.
E’ una respirazione chiamata circolare poiché non prevede pause ed è così potente che lavora a tutti i livelli, fisico, emozionale, mentale e spirituale.
Normalmente la si pratica da sdraiati in stato di rilassamento e questo consente di avere una maggiore attenzione ed osservazione di sé stessi e dei processi interni che via via si evidenziano durante la seduta, permettendo di rielaborare quelle esperienze che limitano il libero fluire dell’energia vitale, nonché l’espressione delle proprie potenzialità e risorse.
Gli eventi del passato ed i condizionamenti che hanno dato origine all’attuale situazione nei confronti della vita, hanno, spesso, radici molto lontane e possono addirittura essere ricondotti al momento della nascita, il primo ”trauma” che tutti abbiamo attraversato.

Come si svolge una seduta
Ci sono 3 fasi: la prima consiste in un approccio verbale durante la quale si analizzano le problematiche e i blocchi attuali mettendoli in relazione con le esperienze passate, la seconda fase è dedicata alla respirazione che permette di accedere a nuove informazioni ed elaborare i contenuti emersi dal colloquio.
La terza fase consiste in una condivisione verbale dell’esperienza.
Di solito una seduta ha una durata di 1 ora e mezza.

Un consiglio
Se non l’hai mai praticato, anche se conosci perfettamente la tecnica, è opportuno affidarsi ad un rebirther professional almeno per le prime 4 o 5 sedute in quanto le reazioni individuali possono essere sorprendenti  e magari ingestibili, per la stessa ragione, sconsiglio come primo approccio i gruppi.


Perché praticarlo

Tutte le persone che lo hanno sperimentato, anche una sola volta nella loro vita, non sono rimaste indifferenti a questa esperienza perché il rebirthing scioglie e trasforma tutto ciò che si oppone al cambiamento.
Ampliando ed osservando il proprio respiro ci si connette alla propria interiorità e si accede allo spazio del cuore dal quale è possibile guardare la vita con gli occhi dell’amore.
Attraverso l’energia raccolta col respiro, si apre la strada alle emozioni represse che verranno recuperate, trasformate e integrate sia a livello inconscio sia consapevolmente.
Questo processo permette di ritrovare benessere fisico (in quanto aumenta l’energia vitale) e armonia interiore, che procede da una maggior fiducia in sé stessi e da una maggiore consapevolezza, la vita acquista colori e sapori nuovi alla luce di un rinnovato amore per se stessi.

Le origini
Leonard Orr negli anni 70 creò questa tecnica (su indicazione del suo maestro spirituale Babaji) tratta da un’antica pratica yoga.
La chiamò Rebirthing - rinascita - in quanto rivisse l’esperienza della propria nascita ma a prescindere da questa esperienza (che non è comunque automatica) il nome fa riferimento anche ad una rinascita interiore.